Come depuriamo l’acqua

Home » Come depuriamo l’acqua

Una delle maggiori problematiche legate all’utilizzo di acqua non affinata riguarda senza ombra di dubbio le conseguenze fisiche e salutari che esso comporta: tra queste ultime, le più frequenti sono indubbiamente la diarrea ed alte malattie legate ad infezioni causate da batter patogeni.

Per tale motivo è dunque di fondamentale importanza che tutti i rubinetti presenti nelle abitazioni domestiche, siano in grado di depurare l’acqua usata per il consumo e la cucina, la quale va mantenuta separata dalle altre acque della casa.

Devo depurare l’acqua di casa?

I metodi per affinare l’acqua del nostro rubinetto sono molteplici, con costi ben diversi e raccomandazioni che variano a seconda dei singoli casi e delle esigenze.

La prima importane premessa è che la qualità dell’acqua erogata dagli acquedotti italiani è controllata in base a quanto disposto dal decreto legislativo 31/01 emanato in attuazione della direttiva 98/83/ce che definisce i punti di prelievo, i parametri da determinare e i limiti di legge.

L’articolo 7 del decreto stabilisce che i controlli sull’acqua debbano essere di due tipologie:

  • controlli interni, a carico del gestore dell’acquedotto, per monitorare il processo di potabilizzazione e la sicurezza igienica dell’acqua;
  • controlli esterni, a carico dei servizi d’igiene alimenti e nutrizione delle asl (aziende sanitarie locali) territorialmente competenti.

Questi controlli garantiscono che l’acqua erogata dall’acquedotto sia di buona qualità e quindi bevibile senza le necessità di utilizzare alcun depuratore.

Quello che però i controlli appena citati non possono garantire è la qualità dell’acqua erogata dai singoli rubinetti in quanto questa viene influenzata dalla qualità delle tubature condominiali e da cisterne.

Ma quindi come si depura l’acqua di casa?

Cos’è l’acqua osmotizzata?

I depuratori che danno maggiori garanzie al fine di rimuovere i residui tossici come piombo e amianto sono i depuratori ad osmosi inversa, utilizzatissimi negli Ospedali, oppure in caso di interventi in zone colpite da disastri naturali.

Alcune acque naturali a basso costo in vendita nei supermercati altro non sono che acque di rubinetto trattate con impianti di purificazione a osmosi inversa.

Per evitare di dover spendere cifre considerevoli per l’acquisto dell’impianto sono disponibili offerte in cui l’impianto viene installato gratuitamente a fronte del pagamento rateale, a conti fatti è più economico dei costi giornalieri delle casse d’acqua.

Se siete interessati a come viene depurata l’acqua per osmosi inversa, qui c’è una descrizione abbastanza tecnica e dettagliata.

Ma l’acqua osmotizzata rende povera di sali minerali l’acqua?

Gli impianti domestici a osmosi inversa più moderni hanno filtri regolabili che permettono di regolare a piacimento l’incisività dell’azione di depurazione; quindi no! L’acqua osmotizzata non priva l’acqua dei sali minerali come calco e magnesio!

Come depurare l’acqua di casa da piombo e rame?

Depurare l’acqua con filtri a carboni attivi per togliere piombo e rame

Uno dei sistemi di filtraggio più efficienti su acque impoverite di sali minerali sono: i filtri a carbone attivo.

I filtri a carbone attivo assorbono in modo permanente metalli come piombo e rame e agiscono sulla qualità dell’acqua a livello di gusto e percezione, rendendo l’acqua più limpida, riducendo la quantità di calcare e migliorandone il sapore.

Si tratta di una soluzione pratica e che permette di risparmiare sull’acquisto di bottiglie di acqua minerale, pur dovendo sempre tener presente che anche in questo caso i filtri devono essere sostituiti periodicamente e che la caraffa deve essere tenuta pulita.

 

Acqua microfiltrata o acqua ultrafiltrata?

Quando si desidera velocemente un’acqua buona e priva di sapori ed odori sgradevoli, eliminando odore, sapore e cloro dall’acqua, bisogna microfiltrare l’acqua con un impianto di microfiltrazione.

Gli scenari tipici sono:

  • nella cucina di un ristorante;
  • in una sala d’aspetto;
  • nei locali e nelle anticamere di uffici;
  • studi di professionisti.

Quando invece vogliamo debatterizzare l’acqua – ovvero eliminare i batteri dall’acqua – dobbiamo scegliere un impianto di ultrafiltrazione.

Ovviamente a questi impianti può essere aggiunto un apparecchio che oltre ad offrire i vantaggi citati è anche in grado di erogare acqua refrigerata oppure acqua refrigerata gasata.

Se siete interessati a come viene microfiltrata l’acqua qui c’è una descrizione abbastanza tecnica e dettagliata.